INTERVISTE – Conferma Lomazzo: “Farò capire ai nuovi compagni il peso della maglia”

Tra vacanze e relax Luca Lomazzo pensa già alla prossima stagione in maglia Melzo, per lui che è uno dei volti confermati dal dg e mister Milazzo, e dunque potrà saggiare la professionalità del nuovo corso societario.

“Il mio obbiettivo principale è quello di contribuire in campo alla rinascita del Melzo con il quale spero di rimanere il più a lungo possibile – racconta -. Dal primo giorno che ho parlato con il mister e il presidente Lamberti, ho capito subito che la musica stava cambiando. La società credo stia dimostrando a tutti la serietà, la passione e le competenze giuste per far sì che inizi un ciclo vincente”.

Lomazzo che parla così del suo essere giocatore in campo e uomo fuori: “Sul terreno di gioco sono molto grintoso, a volte anche troppo, e non sono un ragazzo che molla facilmente. Detto questo però non ritengo di essere un giocatore solo cuore e grinta, perchè penso di avere anche quel pizzico di estro che mi contraddistingue. Fuori dal campo? Sono la stessa persona che sono quando gioco, come diceva qualcuno “in campo come nella vita”. È il mio motto”.

Il calcio non è solo passione per Luca, ma molto di più: “È semplicemente tutto, non riuscirei a viverci senza perché nel corso degli anni mi ha dato dei valori che prima non avevo. Con il pallone ci sono praticamente nato perché in famiglia, da mio papà a mio nonno, erano tutti nell’ambiente del calcio quindi era inevitabile che mi innamorassi di questo sport”.

Come si diceva all’inizio, Lomazzo sarà uno dei pochi confermati rispetto alla passata stagione. Dunque un pizzico di responsabilità in più, verso i tanti volti nuovi, l’avrà sicuramente per tramandare il giusto senso di appartenenza biancazzurra: “Premetto che non sono molto bravo con le parole, però quello che mi piacerebbe far capire compagni è che nonostante gli ultimi anni di declino del Melzo la maglia che verrà indossata sarà molto pesante perché si porta con se più di 110 anni di storia, anche abbastanza importanti. Tutta la città ci tiene alla propria squadra, soprattutto i tifosi ed ex giocatori storici che ci seguiranno spesso. Sono la memoria di quella squadra che disputò anche il campionato di Serie C. Anche loro saranno la nostra forza per risalire con questa gloriosa maglia”.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *