Tag: prima squadra

Prima Squadra: grinta e carattere, il Melzo non cede

Anche sotto di due gol, anche con pochi minuti da giocare, nuovamente il Melzo ha dimostrato grinta e carattere raddrizzando una partita che sembrava aver preso ormai una brutta piega.

Al “Buozzi Stadium” viene bloccato anche l’Oratorio Maria Regina, la squadra di Pioltello lanciata dopo le ultime due vittorie consecutive in campionato (di cui la più recente con un rotondo 6-1 interno). Primo tempo di marca interamente biancazzurra, con i ragazzi di mister Grossi che sfiorano più volte il gol colpendo un palo, una traversa e mandando in fumo un’azione uno-contro-uno col portiere ospite. Ci pensa poi Spinelli a trovare il tap-in vincente sotto porta su azione d’angolo per l’1-0.

Nella ripresa l’Oratorio Maria Regina rimescola le carte con tre immediati cambi che scombussolano gli equilibri, e permettono di trovare il pareggio con Marongiu. Il Melzo prova a reagire, ma addirittura Della Zoppa trova l’imbeccata vincente che porta avanti la squadra ospite per 1-2. Nel tentativo di accelerare in meglio la situazione, i biancazzurri vengono però travolti per la terza volta nel giro di venticinque minuti dalla rete firmata Di Gennaro che sembrerebbe mettere la parola fine al match.

Mai dire mai con i biancazzurri, che agitano l’ennesimo finale al cardiopalma: minuto 85, cross dalla sinistra, il portiere ospite buca l’uscita e per il solito Spinelli (ancora lui!) è facile accorciare le distanze. Al quinto minuto di recupero (95 di gioco), Nenna è bravo a guadagnarsi una punizione dal limite: sulla sfera si presenta Gorbani che toglie letteralmente le ragnatele dall’incrocio per il 3-3 finale che fa esplodere la panchina.

Il Melzo si conferma tra le squadre più in forma di questo avvio di stagione, penalizzato soltanto dal -3 in classifica. Ma a questo, la squadra e mister Grossi, non ci sta più pensando. E il campo parla, sempre.

Prima Squadra: il Melzo torna vittorioso da Cologno

L’ultima sconfitta era già stata archiviata, ed infatti il Melzo ha ripreso il suo buon ruolino di marcia vincendo a Cologno Monzese sul campo dell’Oratorio San Giuliano con una grande prova di carattere per 2-3.

Un match che per i ragazzi di mister Grossi (che in questa partita ha schierato ben tre elementi classe 2003, più un paio di 2004 ed un 2005 nei titolari) era iniziato male col gol dei padroni di casa arrivato dopo sessanta secondi sugli sviluppi di un’azione partita da una punizione.

Pareggio biancazzurro alla mezz’ora con la sponda aerea di Andreoli che trovava l’inserimento di capitan Ferrari che di sinistro azzeccava la battuta vincente. Poco dopo però l’Oratorio San Giuliano raddoppiava: contestata punizione a metà campo concessa ai padroni di casa, che erano lesti a rimettere la sfera in gioco lanciando il loro attaccante a tu per tu con Lippolis, battuto in uscita.

Ad una manciata di minuti all’intervallo, il Melzo pareggiava: bravo Lomazzo a tener palla, saltare due avversari, servendo successivamente in profondità Corvino che di piatto spiazzava l’estremo difensore per il 2-2.

Nella ripresa il colpaccio biancazzurro portava la firma di Palokaj, lesto a finalizzare un’insistita azione sulla trequarti sinistra che lo portava solo in area a segnare il 2-3.

Nel finale decisivo il portiere biancazzurro Stefano Molgora (in campo per Lippolis), che ha neutralizzato allo scadere un rigore ai padroni di casa.

Vittoria importantissima in un campo non in perfette condizioni, che fa salire il Melzo (che si conferma squadra tosta in trasferta) a quota 12 punti in classifica dopo 10 giornate del Girone D – Milano di Terza Categoria. Pronti al rush finale di questo 2022.

Prima Squadra: il Real Crescenzago interrompe la serie positiva

Si infrange con una dolorosa rimonta la serie positiva del Melzo, che cede al “Buozzi” contro il Real Crescenzago per 1-2 nel match della 9’ giornata del Girone D del campionato di Terza Categoria Milano.

Una partita che i ragazzi di mister Grossi avevano appunto iniziato bene grazie al gol vantaggio di Spinelli, bravo ad approfittare nell’inserimento in area avversaria su calcio di punizione dalla sinistra di Gorbani.

Nella ripresa il Real Crescenzago l’ha ribaltata con due letali ripartenze a scavalcare la difesa del Melzo, trafitta inevitabilmente dalla doppietta di Mulè.

I biancazzurri restano così fermi a quota 9 punti in classifica, prossimo match in trasferta sul campo dell’Oratorio San Giuliano.

Prima Squadra: il Leone ferito ruggisce ancora

È stata una settimana difficile per il Melzo, che in classifica si è visto togliere 3 punti a causa del ricorso del CittaStudi per l’irregolarità del nostro tesserato Pattarini.

Ma il Leone ferito ha reagito alla grande ottenendo la quarta vittoria consecutiva sul campo, dato che al “Buozzi” è caduta anche la Di.Effe Academy.

Partita bella e combattuta, col portiere biancazzurro Molgora sugli scudi con interventi decisivi. Una gara che si stava spegnendo sul pareggio finale, ha trovato il suo sussulto all’ultimo secondo: corner di Gorbani e Spinelli è lesto ad inserirsi tra le maglie avversarie, schiacciando di testa e con potenza il pallone nell’angolino basso per l’1-0 al 97’ minuto.

I ragazzi di mister Grossi proseguono il magic moment, senza guardare la classifica. Il Melzo c’è, eccome !

Prima Squadra: terza vittoria di fila, il sogno continua

Altri tre gol all’attivo per la terza sinfonia consecutiva del Melzo che espugna nell’anticipo della 6’ giornata di Terza Categoria, il campo del CittaStudi.

I biancazzurri di mister Grossi partono nuovamente male chiudendo il primo tempo in svantaggio (1-0), ma nella ripresa come sempre si trasformano. Il pareggio avviene dopo un’azione insistita di Taverna la cui conclusione finale viene respinta dalla difesa casalinga: la palla poi finisce dalle parti di Gilardi che, dopo averla ben addomesticata, fa partire un perfetto diagonale basso per il pareggio.

Il raddoppio del Melzo inizia da una punizione battuta velocemente dal lesto Palokaj, che serve capitan Spinelli al limite dell’area avversaria, bravo poi a scartare un difensore e far partire il letale rasoterra che vale l’1-2.

Il tris biancazzurro è una letale ripartenza dopo una punizione offensiva per il CittaStudi, palla lanciata in profondità per Palokaj che si trova solo davanti al portiere che viene infilato in uscita.

Allo scadere i padroni di casa accorciano le distanza ma non c’è più tempo: per una notte intera e qualche ora della domenica, in casa Melzo si sogna il primo posto in classifica.

Ma da domani si torna a lavorare sempre coi piedi per terra.

Mister Grossi: “Fortunato ad avere un gruppo così”

Il post partita del Melzo, sopratutto se vittorioso, mister Tonino Grossi lo dedica sempre ai suoi ragazzi: “Allenamento dopo allenamento mi sto rendendo conto di quanto sono fortunato ad avere un gruppo così. Ho ragazzi sereni ed umili che si mettono a disposizione sempre al 100% del mio staff, e questa è una cosa che per me conta moltissimo. Non è facile allenarsi in ventiquattro giocatori, ma tutti si impegnano costantemente durante la settimana”.

Grossi poi aggiunge: “La classifica non ci interessa, il nostro primo obbiettivo è sempre stato  quello di voler creare un buon gruppo, e su questo siamo a buon punto. Cosa mi è piaciuto del successo di oggi? Vedere un ragazzo quarantenne come Luca Gorbani correre e vincere tutti i duelli contro avversari di 18/20 anni, sacrificandosi per la squadra. Così come mi è piaciuto vedere la gioia nel volto del presidente Paolo Lamberti e del vice Cosimo Lomazzo a fine partita”.

Prima Squadra: ribaltato anche il Centro Schuster

Il positivo weekend per i colori biancazzurri si rinforza anche col successo della prima squadra di mister Grossi nella 5’ giornata del Girone D – Milano di Terza Categoria.

Il Melzo infatti al “Buozzi Stadium” supera il Centro Schuster per 2-1 ottenendo la terza vittoria stagionale, la seconda consecutiva dopo quella di sette giorni fa a Sesto San Giovanni.

Gara anche questa iniziata in salita per i biancazzurri, che chiudevano il primo tempo sotto di un gol dopo la marcatura ospite di Brenicci.

Secondo tempo di marca Melzo: un tocco di mano in area del Centro Schuster comportava il calcio di rigore che Gorbani realizzava alla perfezione. L’autore del pareggio era poi bravo, qualche minuto dopo, a servire un perfetto cross dalla destra che Andreoli, appostato sul secondo palo, di piatto spediva in rete per il vantaggio finale.

Il Melzo sale così a quota 9 punti in classifica, rimpolpando decisamente il morale del gruppo.

L’assist man Nenna: “Sensazione bellissima. Continuiamo così”

Nella vittoria di domenica a Sesto San Giovanni, non avrà segnato ma è come se lo avesse fatto.

Luca Nenna ha messo lo zampino in tutti i gol del Melzo con ben tre assist che hanno mandato a segno Taverna, Pattarini e Beverina: “Certo, preferirei esultare anche io per una rete, ma aver fatto tre assist decisivi è una sensazione comunque bellissima”, dice.

“Il lavoro con mister Grossi procede benissimo, si sta creando un buon gruppo. A me chiede semplicemente di aiutare la squadra facendo quella corsa in più per aiutare il centrocampo, senza dimenticare di divertirmi e cercare il gol”.

Adesso, ricerca della continuità: “Dobbiamo proseguire nell’impegno in allenamento, per arrivare carichi la domenica in partita”, chiude Nenna.

Prima Squadra: a Sesto la seconda vittoria stagionale

Dopo il ko interno contro la capolista Enotria, il Melzo coglie il secondo successo stagionale vincendo nuovamente in trasferta.

I biancazzurri di mister Tonino Grossi espugnano infatti il campo dell’Atletico Sesto per 1-3, nella quarta giornata del campionato di Terza Categoria – Girone D Milano.

Un match che ad inizio ripresa comincia male per il Melzo, sotto 1-0. Poi scatta la rimonta: Beverina scende sulla fascia, serve all’indietro Nenna che è bravissimo a trovare il corridoio perfetto per Taverna che a tu per tu col portiere, non sbaglia.

Il sorpasso Melzo si concretizza poco dopo, con un’altra azione che parte dai piedi dell’ispirato Nenna che questa volta imbecca Pattarini che di prima spedisce il pallone nell’angolino basso.

Punto esclamativo nel finale: uno-due tra Pattarini e Nenna, ancora quest’ultimo bravo a servire un ottimo pallone a Beverina che col piattone spiazza il portiere e sigla il definitivo 1-3 con cui il Melzo esce vincente dal “Manin” di Sesto San Giovanni.

 

Prima squadra: successo esterno contro Giovanni XXIII. Le parole di mister Grossi

Il Melzo riscatta il debutto con sconfitta di inizio stagione, vincendo in trasferta la seconda giornata del campionato di Terza Categoria-Milano.

Biancazzurri corsari sul campo dell’ASD Giovanni XXIII. Nonostante le tante assenze per mister Grossi (privo di diversi giocatori come Taverna, Palokaj, Pomati, Beverina, Corvino, De Palma, Vertua e Ruggeri), il Melzo si è imposto per 0-2.

Entrambe le reti realizzate con pregevole fattura: sblocca il match Nenna, che parte palla al piede con un’incredibile cavalcata di trenta metri e poi, mantenendo la freddezza necessaria, batte il portiere in uscita.

Il raddoppio lo sigla Gorbani con un perfetto calcio di punizione che si è spento sotto al set, imparabilmente. Melzo che potrebbe rimpolpare le marcature, ma tra pali e traverse manca il tris.

Tonino Grossi porta così a casa i suoi primi tre punti da allenatore, ma il tecnico biancazzurro ha la testa ad altro: “Non ho emozioni particolari per me stesso, sono semplicemente felice per i miei ragazzi – dice Grossi -. Il mio bicchiere però è ancora mezzo vuoto, perché non sto riuscendo a coinvolgere ancora totalmente i giovani del gruppo. Sto facendo innegabilmente fatica, ma è anche vero che tra la pandemia del Covid e tutte le incertezze che ha portato nella testa di molti, vedo i giovani calciatori di oggi con meno passione per questo sport. Nel mio piccolo, insieme ai miei collaboratori Parigi, Zecca e Domenico Lomazzo, faremo il massimo per coinvolgerli nel nostro progetto”.

Grossi poi ha aggiunto: “Dalle prossime partite non mi aspetto nulla, voglio solo continuare a lavorare con gente positiva al mio fianco. Faremo i conti solo a maggio: se avremo fatto male sarà solo colpa mia, se avremo raggiunto gli obiettivi sarà solo merito dei miei giocatori e collaboratori. Sulla gara di oggi dico che abbiamo dominato dall’inizio alla fine, risultato giusto. Dedico questa vittoria all’amico Silvio Zucchi, recentemente scomparso”.